Il British Museum di Londra è un luogo particolarissimo, da visitare perché si trova tutta la storia dell’umanità sotto forma di oggetti ed esemplari artistici, alcuni dei quali d’inestimabile valore.

Il museo nacque per volere di Sir Hans Sloane, di professione medico, scienziato e appassionato di storia e archeologia, che dedicò la sua vita alla raccolta di oggetti da ogni parte del mondo e che rappresentassero qualsiasi cultura passata o contemporanea. Nel 1753 si rese conto che era necessario un luogo dove sistemare le migliaia di oggetti raccolti, di cui voleva rendere partecipi tutti i suoi connazionali.

Il British Museum prese così forma divenendo uno dei più importanti al mondo, ma di sicuro il più esteso e il più ricco per la quantità di reperti che custodisce.

British Museum: le opere esposte

Le sezioni riguardano infatti Africa, Americhe, Egitto antico, Magna Grecia e Antica Roma, Asia, Europa, Medio Oriente, Numismatica e medaglie, Disegni e Stampe.

Decine sono le sale che oggi conservano più di 8 milioni di reperti, molti dei quali non è possibile esporre per la reale mancanza di spazio.

I tanti visibili però lasciano a bocca aperta i visitatori per la loro preziosità, come per esempio la Stele di Rosetta, una lastra di basalto che riporta iscrizioni in lingue antiche come il geroglifico o il demotico, fino al greco e dalla quale partirono gli studi per decifrarle. Fu portata nel museo nel 1802.

Tra le opere più importanti da vedere al British Museum ci sono anche i marmi del Partenone, nella sala 18, che arrivarono qui agli inizi del ‘800. La Grecia ha richiesto più volte che gli venissero restituiti, ma il caso diplomatico a tutt’oggi non ha trovato soluzione.

Nella sala 24, invece, si può ammirare una statua, anch’essa in basalto, che è stata portata fin qui dall’isola di Pasqua. Il suo nome è Hoa Hakananai’a il suo trasbordo fu realizzato tramite una zattera fino alla città di Topaze, con l’ausilio della marina militare britannica.

Nella sezione egizia c’è una collezione di mummie, inferiore solo a quella del museo al Cairo. Si possono ammirare oggetti che hanno fatto il successo di molti film, come il libro dei morti con illustrazioni che descrivono come vivevano gli antichi egizi. C’è anche il teschio di cristallo di cui si favoleggia ce ne siano 7 al mondo. La sua originalità è stata smentita da diversi studi, ma rimane il suo fascino incredibile e lo spettacolo dei giochi di luce che produce.

Nella sezione delle Americhe è visibile un reperto che arriva dal Messico e che rappresenta il dio Tezcatlipoca. Si tratta di una maschera modellata su di un vero teschio umano, ricoperto di tessere in madreperla, lignite e turchese che è davvero molto suggestiva.

Ci sono ovviamente tanti altri reperti da ammirare e probabilmente solo una giornata non basta per arrivare a poterli apprezzate tutti.

British Museum: orario d’apertura

Il consiglio è di selezionare le sale e i reperti da visitare, se si ha poco tempo. L’entrata al British Museum è gratuita ed è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17.30 con orario continuato. Solo il venerdì è aperto fino alle 20.30 ed è chiuso soltanto 4 giorni all’anno: a Capodanno e a Natale (24-24 e 26 dicembre).

All’entrata del British Museum c’è una piazza chiamata “Great Court” che è aperta anche dopo che il museo è stato chiuso e funge da luogo di ritrovo per un aperitivo o per gli acquisti. Si può anche pranzare o cenare al ristorante e si può assistere a vari eventi.

La visita al British Museum è davvero un’esperienza unica che non dovete perdere.

Iscriviti alla newsletter di buonivacanza

e ricevi le Offerte Esclusive e Segrete dei Luoghi più Belli in Italia e nel Mondo


Acconsento al trattamento dei dati e all'utilizzo degli stessi
Accetto le Condizioni presenti sull'informativa Privacy come al punto pubblicità

Commenti