Tra le cose da fare a Londra non può mancare una visita a Buckingham Palace, la residenza della regina Elisabetta II e di molti altri sovrani fin dal 1700. E’ una vera e propria reggia, di quelle che fanno sognare e che rappresentano per i britannici un punto di riferimento e anche un orgoglio.

Ogni giorno centinaia di persone assistono al pittoresco e caratteristico cambio della guardia, che è ormai divenuto un vero e proprio “spettacolo tradizionale”. Per i turisti a Londra e per gli stessi londinesi è un piacere seguire le perfette coreografie dei soldati con l’alto cappello piumato e nero.

Buckingham Palace: le origini e la struttura

La storia di Buckingham Palace non è antica visto che, come accennato, il palazzo è stato eretto solo nel 1703 per volere del duca di Buckingham e nel 1762 fu acquistato da re Giorgio III, che volle omaggiare la sua consorte, la regina Carlotta, che allora aveva solo 17 anni. In questo lussuoso palazzo nacquero 14 dei suoi 15 figli e fu con questa coppia reale che assunse il ruolo di residenza dei sovrani, tra cui ci fu anche la Regina Vittoria.

Prima di questo palazzo le residenze reali erano state Westminster, Kensington Palace fino a St. James Palace. In realtà solo con il re Giorgio IV il palazzo assunse il ruolo ufficiale: fu lui infatti a restaurarlo e a rendere le sale di rappresentanza e gli altri ambienti di estrema sontuosità ed eleganza, commissionando i lavori all’architetto John Nash.

In realtà Buckingham Palace ancora oggi non è considerato in via ufficiale il palazzo reale, ma solo la residenza privata della famiglia reale inglese.
La riprova è nel fatto che gli ospiti, i capi di stato, gli ambasciatori e altre personalità vengono ancora accreditate presso St. James Palace.

Una tra le tante curiosità che esistono intorno a questo bellissimo palazzo, tra le quali si annoverano le passeggiate della regina che ancora oggi si cimenta con il suo fuori strada lungo i viali della tenuta. Al centro di Buckingham Palace, infatti, c’è un enorme giardino che viene aperto al pubblico, insieme agli appartamenti reali dal 30 luglio fino al 2 ottobre (date ufficiali per il 2016), quando la regina si trasferisce nella tenuta di Windsor per l’estate.

Buckingham Palace è anche il palazzo dei grandi numeri, a cominciare dall’estensione del terreno dove sorge, pari a 77 mila metri quadrati.
Il palazzo, che ha una forma quadrata con al centro i giardini, misura 108 metri di larghezza e 120 di lunghezza, considerando che un’ala fu costruita dopo rispetto al resto e chiuse il cortile centrale.

Di fronte alla facciata c’è anche un grande spazio, quello dove avviene il famoso cambio della guardia, con un’alta cancellata dalla quale tuttavia sporadicamente qualcuno tenta di entrare per carpire qualche momento privato della regina.

Le sale sono 775, 19 della quali di rappresentanza, mentre gli ospiti e la stessa famiglia reale hanno a disposizione 52 camere da letto, mentre il personale di servizio che cura il palazzo ne ha 188. I bagni sono 78, gli uffici 92 e le finestre 760. Insomma un’opera sorprendente che affascina qualsiasi turista abbia la fortuna di poterla visitare.

I biglietti vanno prenotati in anticipo, si possono pagare online e le visite sono a tempo, secondo le disponibilità delle fasce orarie libere. La visita, oltre agli stupefacenti appartamenti reali, comprende anche la collezione privata della regina Elisabetta II, forse la più fornita al mondo tra quelle personali con opere di estremo rilievo, realizzate da artisti quali Rembrant, il Canaletto, Rubens, Canova e molti altri. Sono aperte al pubblico anche le scuderie e il lato sud dei Giardini reali dove si ammira il lago.

Iscriviti alla newsletter di buonivacanza

e ricevi le Offerte Esclusive e Segrete dei Luoghi più Belli in Italia e nel Mondo


Acconsento al trattamento dei dati e all'utilizzo degli stessi
Accetto le Condizioni presenti sull'informativa Privacy come al punto pubblicità

Commenti