La Cattedrale Saint Paul è uno di quei luoghi affascinanti che bisogna visitare, se si è in vacanza a Londra o se si vuole andare alla scoperta della città.

La Cattedrale Saint Paul: curiosità

La storia di questa Cattedrale è controversa quanto antica, perché ha subito 3 distruzioni totali e alla 4° ricostruzione finalmente è potuta diventare un punto di riferimento per i fedeli anglicani di Londra, in particolare della zona di Ludgate Hill, nel cuore della city.

La sua cupola svetta sui tetti di Londra e, anzi, l’amministrazione ha imposto che qualsiasi costruzione venga fatta nei dintorni è vincolata a lasciare uno spazio visuale, perché possa essere protagonista dello skyline della città.

E’ indubbiamente il simbolo indiscusso della multi etnicità e degli scontri interni tra la chiesa cattolica e quella anglicana: fu infatti la prima costruzione religiosa a essere eretta nel ‘600, dopo che il re Enrico VIII assegnò l’autorità sulla chiesa inglese alla Corona togliendola al Papa.

Tuttavia all’interno della Cattedrale di Saint Paul si celebrano regolarmente battesimi e gli altri sacramenti cattolici, con sacerdoti sia uomini che donne, i quali possono anche contrarre matrimonio. E’ la formula chiamata “cattolicesimo riformato” ed è qui che ha la sua sede il vescovo. In questa cattedrale è avvenuto anche il matrimonio da favola di Diana e il principe Carlo e la sua cupola è liberamente ispirata a quella di San Pietro in Vaticano, ma anche a quella del tempietto di San Pietro in Montorio, sempre a Roma.

La Cattedrale Saint Paul: le origini e le caratteristiche

La Cattedrale Saint Paul che vediamo oggi ha visto la posa della prima pietra nel 1675, su progetto dell’architetto Christopher Wren. La sua costruzione fu fra le più lunghe che si siano viste in Europa, perché si concluse più di 30 anni dopo, nel 1708, quando il suo architetto era ormai ultra settantenne.

Anche la facciata della cattedrale è in stile neoclassico e ripercorre evidentemente quella della basilica di San Pietro a Roma, con i due campanili laterali e il colonnato centrale.

La cupola, che è alta più di 100 metri è posta al centro della cattedrale, in corrispondenza dell’incrocio con il transetto e, se osservata lateralmente, si evidenzia ancora di più la sua imponenza e la sua bellezza architettonica.
Gli interni della cattedrale sono semplicemente maestosi, a cominciare dalla presenza di numerosi mosaici che si ispirano sia alla scuola veneziana che a quella inglese.

Diverse sono le Cappelle, tra cui 3 degli ordini cavallereschi e una in memoria dei soldati caduti durante la II guerra mondiale. Diverse sono anche le tombe, tra cui quella dello stesso architetto Wren e incantevoli le opere d’ispirazione sacra.

L’altare è adornato da un baldacchino in legno, posto però soltanto nel 1958 a opera di Stephen Dykes. E’ l’ultima aggiunta decorativa che sia stata fatta nella cattedrale, ispirata comunque al progetto originario dell’architetto, anche in questo caso molto simile a quello della basilica di Roma (colonne tortili), che tuttavia risultano più snelle e longilinee.

Le 3 più antiche costruzioni della Cattedrale Saint Paul furono tutte distrutte da incendi, l’ultimo dei quali fu nel 1666 e distrusse tutta la città. Curioso il fatto che invece la Cattedrale fu inaugurata a seguito di un altro incendio, quando i cittadini si rifugiarono al suo interno la domenica successiva. La costruzione non venne scalfita in quanto era in pietra Portland.

Al di sotto dell’attuale cattedrale è noto che ci sia un antichissimo sito di epoca romana, che pare rappresenti un tempio dedicato alla dea Diana. La ricchezza delle decorazioni, anche del soffitto lascerà estasiati i visitatori e chi ama lo stile barocco-tardo gotico.

Iscriviti alla newsletter di buonivacanza

e ricevi le Offerte Esclusive e Segrete dei Luoghi più Belli in Italia e nel Mondo


Acconsento al trattamento dei dati e all'utilizzo degli stessi
Accetto le Condizioni presenti sull'informativa Privacy come al punto pubblicità

Commenti