Il Museo D’Orsay è un dei luoghi dell’arte e della cultura parigina più conosciuti e amati, sia per la bellezza della struttura, sia per le opere che contiene al suo interno. Il museo è famoso per le pitture, sculture e l’insieme di capolavori esposti e, soprattutto, per le opere d’arte dell’impressionismo e del post-impressionismo che custodisce gelosamente.

Il celebre museo è collocato nel centro di Parigi, di fronte ai giardini delle Tuileries, a due passi dal Louvre e affacciato sulla Senna. Contiene al suo interno una vasta gamma di opere che hanno segnato la storia del Paese europeo e del mondo.

Museo D’Orsay: storia e opere

Il Museo D’Orsay venne aperto al pubblico il nove dicembre 1986, anche se la storia dell’edificio ha origini molto più lontane. È collocato, infatti, all’interno della stazione d’Orsay (Gare d’Orsay), struttura costruita in occasione dell’EXPO del 1900.

Nel 1973, dopo un periodo di mancato interesse e disuso, la stazione fu dichiarata monumento storico e si decise ufficialmente di trasformarla in un museo. Per un breve periodo l’edificio ha rischiato di essere demolito con l’obiettivo di costruire un albergo di lusso, ma per fortuna, come detto in precedenza, nel 1986 venne ufficialmente inaugurato dal presidente dell’epoca, François Mitterrand.

Il museo custodisce alcune delle opere più interessanti del panorama artistico prodotte tra il 1848 e il 1914, di varie estrazioni e di notevole prestigio. All’interno dello spazio artistico sono contenute le opere di pittori di fama internazionale quali Monet, Cezanne, Renoir, Degas e Vincent Van Gogh. Tra le sculture sono degne di nota le opere di Rodin.

Tra le opere più importanti e conosciute, esposte in questo museo, sono da ricordare: Colazione sul prato di Manet, le Ballerine in blu di Monet, il Moulin de la Galette di Renoir, Pommes et oranges di Paul Cézanne, la Meridienne, dipinta da Van Gogh. Il museo è costantemente arricchito di nuovi capolavori, che gli permettono di mostrare al visitatore un ampio ventaglio di prodotti artistici.

All’interno del museo, oltre alle aree espositive, è presente un Auditorium in cui è possibile assistere a spettacoli, convegni, conferenze, lezioni e concerti. Sempre all’interno dell’edificio è collocato un rinomato ristorante che permette a parigini e turisti di assaggiare i piatti della cucina tradizionale francese.

Museo D’Orsay: curiosità

Il museo ha un pizzico d’italianità, infatti Gae Aulenti, architetto italiana conosciuta in tutto il mondo, ha realizzato i percorsi espositivi. Grazie ai suoi studi e ai suoi progetti, gli spazi delle aree di esposizione godono di maggiore luminosità, dovuta all’utilizzo di un determinato tipo di pietre riflettenti.

Il Museo d’Orsay è ubicato nell’arrondissement 7, al numero 62 di rue de Lille. È possibile raggiungere la zona con la metro 12 scendendo alle fermate Assemblée Nationale o Solférino, tramite RER C alla fermata Musée d’Orsay, oppure prendendo i bus numero 24, 63, 68, 69, 73, 83, 84, 94. Il museo è chiuso tutti i lunedì, il primo maggio e il 25 dicembre. L’ingresso al museo è gratuito la prima domenica di ogni mese e anche per i minori di 25 anni residenti in Europa.

Il Museo d’Orsay è un must per tutti gli amanti dell’arte che decidono di visitare la capitale francese, ma anche per coloro che la vivono per lavoro o per studio e si sentono una via di mezzo tra abitanti e turisti, in ogni caso, l’atmosfera artistica che si respira al suo interno è un toccasana per tutti.

Iscriviti alla newsletter di buonivacanza

e ricevi le Offerte Esclusive e Segrete dei Luoghi più Belli in Italia e nel Mondo


Acconsento al trattamento dei dati e all'utilizzo degli stessi
Accetto le Condizioni presenti sull'informativa Privacy come al punto pubblicità

Commenti