Montmartre è uno dei luoghi più affascinanti di Parigi. Situato su una collina del diciottesimo arrondissement, il quartiere di Monmartre è stato il preferito da artisti, pittori e scrittori della Belle Èpoque. Tra le verie bellezze artistiche presenti nella zona, spicca senza dubbio l’imponente basilica del Sacro Cuore. Quando il cielo è limpido, dalla collina di Monmartre è possibile godere di una spettacolare vista sulla capitale francese.

Nel XIX secolo Montmartre divenne il luogo di residenza di artisti e scrittori, incentivati e attratti dai prezzi bassi, dall’atmosfera pittoresca delle sue strade e dal fermento culturale che si respirava nei sui caffè e bistrot. Tra i pittori di fama mondiale che decisero di risiedere in questo quartiere parigino ci sono: Van Gogh, Modigliani, Picasso, Pissarro, Toulouse-Lautrec e Steinlen.

Montmartre: l’imbarazzo della scelta

Il centro vivo di Montmarte è Place du Tertre, nei pressi pressi della celebre basilica del Sacré Coeur. La piazza è un luogo allegro e ricco di arte, infatti è il punto di ritrovo dei artisti, pittori e ritrattisti che allietano il passaggio di turisti e parigini.

Una delle chiese più conosciute e visitate della zona è la basilica del Sacro Cuore. Si erge imponente nella collina ed è il luogo più alto della capitale dopo la Tour Eiffel. Il suo colore chiaro e bianco è dato da una determinata pietra scelta per la costruzione, che non trattiene lo smog e le impurità, facendo sì che l’imponente monumento mantenga da più di cento anni questo colore puro e lucente.

E’ proprio da questo quartiere che nel marzo del 1871, iniziò l’esperienza della Comune di Parigi, il primo tentativo di governo della classe operaia, purtroppo il tutto fallì dopo cento giorni di lotta sanguinosa. La chiesa è stata costruita nel 1920 come voto proprio dopo l’esperienza della Comune di Parigi, per espiare i crimini e il sangue versato.

Inizialmente non molto amata dai parigini, la basilica è oggi uno dei luoghi più visitati e amati della città. Per accedere alla basilica potere percorrere i 237 gradini oppure prendere la funicolare di Montmartre che vi porta direttamente all’ingresso. Sempre nel quartiere, si trova l’Eglise Saint-Pierreè, costruita nel 1133, una delle chiese più antiche e storiche di Parigi.

Il quartiere è un luogo vivo, pieno di ristorantini, bistrot, caffè letterari, negozi di oggettistica e vie ricche della storia francese. La rue St. Vincent è una di quei luoghi che racconta ancora l’identità antica di questo quartiere. La butte era circondata da numerosissime vigne che producevano dell’ottimo vino e questa via ne custodisce un ottimo ricordo.

Montmartre: come arrivarci

Montmartre era è ed è ancora oggi il quartiere degli artisti, vibrante di giorno quanto di notte, ricco di scorci suggestivi e di storia. Nel Cimetière de Montmartre riposano Baudelaire Sartre, Maupassant e altri numerosi artisti che hanno segnato la storia artistica e culturale di questo Paese europeo.

Potete raggiungere Montmartre utilizzando la metro e scendendo a una delle seguenti fermate Anvers, Abbesses, Blanche e Lamarck-Caulaincourt, dipende da quale zone preferite visitare. È anche possibile prendere il Montmatrobus, un bus turistico che vi accompagna da Pigalle a Julles-Joffrin e mostra ai turisti le vie più attraenti della butte.

Non vi resta che lasciarvi trasportare dalla Parigi del novecento e dallo spirito bohémien che ancora oggi si può sentire percorrendo le strade di questo quartiere.

Iscriviti alla newsletter di buonivacanza

e ricevi le Offerte Esclusive e Segrete dei Luoghi più Belli in Italia e nel Mondo


Acconsento al trattamento dei dati e all'utilizzo degli stessi
Accetto le Condizioni presenti sull'informativa Privacy come al punto pubblicità

Commenti