Lì dove un tempo erano presenti le stalle reali, oggi si apre Trafalgar Square, una delle piazze più celebri di Londra, dedicata alla gloriosa battaglia omonima, durante la quale la flotta comandata da Horatio Nelson distrusse le navi francesi e spagnole.

Prima del suo completamento, la piazza doveva essere dedicata a Guglielmo IV: fu l’architetto che si occupò della risistemazione di questo spazio urbano che suggerì il nome con il quale viene attualmente chiamata.

Oggi, Trafalgar Square, capolavoro dell’architetto George Ledwell Taylor, reca la colonna dedicata ad Horatio Nelson ed un buon numero di statue commemorative.

Trafalgar Square: le modifiche

I lavori che interessarono l’area cominciarono nel 1826 e durarono alcuni decenni; nel 1835 le fu dato il nome attuale e nel 1838 venne inaugurata la National Gallery, situata sul lato settentrionale della piazza ed in grado di sortire uno straordinario impatto monumentale sulla zona circostante.

Alla morte di William Wilkins, il progetto venne affidato a Charles Barry che creò una sorta di terrazza che amplificava la maestosità della facciata dell’adiacente museo. Nel 1841, vennero aggiunte alcune delle fontane che ancora oggi puntellano l’area e nel 1844 la piazza venne finalmente inaugurata ed aperta al pubblico. La storia della colonna di Nelson non è in alcun modo legata all’opera di Barry.

Fu il Nelson Memorial Commitee a proporre al governo britannico nel 1838 la dedica di un monumento che commemorasse le gesta del grande ammiraglio, capace di guidare la Royal Navy ad un’epocale vittoria. Il concorso fu vinto dall’architetto Railton, che disegnò una maestosa colonna corinzia alta ben 51 metri e sormontata dalla statua di Nelson. L’idea piacque a molti e i lavori vennero portati a compimento nel 1843. In seguito, il monumento venne completato tramite l’aggiunta di quattro leoni in bronzo che campeggiano agli angoli del basamento.

Negli anni quaranta dell’800, la volontà degli architetti che lavorarono al progetto della piazza era quella di ridurre sensibilmente lo spazio aperto che caratterizzava l’area e le vasche monumentali collocate a Trafalgar Square dovevano assolvere proprio a questo compito. Soltanto nel 1930 le vecchie vasche vennero sostituite con le nuove fontane disegnate da Edwin Lutyens.

Trafalgar Square: tutte le strade portano a… Londra

Oggi Trafalgar Square è da ritenersi il cuore pulsante della Londra turistica: numerosissimi eventi, fiere e manifestazioni vengono allestiti proprio qui, senza contare il colossale albero di natale che ogni anno la Norvegia dona alla Gran Bretagna per ringraziarla della liberazione dall’oppressione tedesca durante la seconda guerra mondiale.

Se a nord campeggia la National Gallery, il lato sud ovest della piazza ospita l’Admiralty Arch, un eccezionale edificio dotato di tre archi che introducono a The Mall, la strada che porta fino a Buckingham Palace. A sud, invece, è possibile imboccare Whitehall, la strada che conduce a Westminster e al celebre Big Ben.

Visitare Trafalgar Square è d’obbligo e per fortuna la zona rappresenta il principale snodo della compagnia dei trasporti urbani notturni: qualsiasi autobus passa di qui e permette di ammirare la maestosità di questa fantastica zona di Londra.

Dove si trova

Iscriviti alla newsletter di buonivacanza

e ricevi le Offerte Esclusive e Segrete dei Luoghi più Belli in Italia e nel Mondo


Acconsento al trattamento dei dati e all'utilizzo degli stessi
Accetto le Condizioni presenti sull'informativa Privacy come al punto pubblicità

Commenti