Londra è la metropoli cosmopolita per antonomasia, che deve il suo fascino ai forti contrasti che si respirano per le sue vie: fortemente legata al passato ma con un costante sguardo al futuro. Moltissimi sono i luoghi dove una visita è d’obbligo tra cui il Tate Gallery.

Il Tate Gallery è un complesso museistico composto da quattro musei: il Tate Britain e il Tate Modern a Londra e, in sedi distaccate, il Tate Liverpool e il Tate St. Ives (paese della Cornovaglia).

Nasce come National Gallery of Art grazie a donazioni di opere d’arte private: a partire dal 1820 contribuirono sir J.Leicester e R.Vernon, sino alla fine dell’800 quando Henry Tate, che diede nome all’intero museo, donò la sua collezione d’arte vittoriana e si offrì di finanziare la galleria. La Tate Gallery, nel 1954, fu separata dalla National Gallery, acquistando un prestigio mondiale sempre maggiore.

Tate Gallery: le opere esposte e gli eventi

Il Tate Britain si trova nella zona di Millbank: espone opere d’arte contemporanea britanniche dal 1500 ad oggi, ma organizza anche retrospettive di artisti britannici e mostre temporanee.
Molto coinvolgente è l’ala “Clore Gallery”, del 1986, dedicata al grande pittore William Turner (di cui il celebre dipinto “Bufera di neve: Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi”, del 1812) e la splendida collezione dei “Preraffaelliti”.

Tra le opere presenti ci sono quelle di W. Blake (meravigliose le sue illustrazioni della Divina Commedia), di J.William Waterhouse, con il dipinto ad olio “Santa Eulalia”, e di J.Bettes, il padre della pittura inglese.
Ogni anno viene assegnato il “Premio Turner” a uno dei quattro artisti sfidanti: spesso si tratta di opere tanto innovative quanto clamorose e controverse.

Ogni tre anni invece si tiene una triennale sull’arte contemporanea britannica. Il museo consente di pranzare nel ristorante della galleria ammirando l’avvolgente murale di Rex Whistler.

Il Tate Modern è uno dei musei più visitati al mondo, con più di 4 milioni di visitatori ogni anno. Sorge, maestoso, nella zona del Bankside, sulle rive del Tamigi, proprio davanti alla Cattedrale di St. Paul . La Tate Modern espone in quella che una volta era una centrale termoelettrica, riconvertita in museo e inaugurata come tale nel 2000.

Qui sono esposte opere dal 1900 in poi di artisti non solo britannici ma di tutto il mondo, in base a criteri non tipicamente museali, ma in base al significato artistico delle opere.
L’atrio di ingresso è occupato dalla “Turbine Hall” dove ci sono le collezioni permanenti di arte contemporanea.

Il Tate Modern espone opere di P.Cezanne, di Magritte e Matisse, di Kandinsky, Pollock, Mirò, Modigliani e dei surrealisti De Chirico e Picasso. E’ possibile prendere visione di dipinti e sculture del dopoguerra e dell’arte astratta di Pasmore e Mondrian. Ci sono aree dedicate alla poesia e al sogno, al cubismo, alla pop art e poi c’è l’area “Energy and Process”, con opere fatte con pietra, legno o materiali di riciclo .

Da visitare “The Tanks”, due scure sale circolari un tempo cisterne di petrolio, e l’ultimo piano panoramico.

Tate Gallery: orari d’apertura

La Tate Gallery prevede ingressi gratuiti, tranne per le mostre principali che sono a pagamento (il costo dipende dall’oggetto della mostra). Il Tate Modern è visitabile tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18; il venerdì e il sabato fino alle ore 22. Il Tate Britain è visitabile dalle ore 10 alle 17.50: per attirare i più giovani, il venerdì di ogni mese si tiene il “Late at Tate Britain”, con musica dal vivo e ingressi a prezzo ridotto.

Iscriviti alla newsletter di buonivacanza

e ricevi le Offerte Esclusive e Segrete dei Luoghi più Belli in Italia e nel Mondo


Acconsento al trattamento dei dati e all'utilizzo degli stessi
Accetto le Condizioni presenti sull'informativa Privacy come al punto pubblicità

Commenti